È la volta dell’internazionale sovranista?

 

di Marta Lorimer (LSE) @_mlorimer  


Le elezioni europee di maggio 2019 sono già viste da molti come un momento di cambiamento negli equilibri continentali. Mentre il Partito Popolare Europeo (PPE) e i Socialisti (PSE) sono dati in calo, i partiti delle varie galassie della destra radicale europea sembrano avere il vento in poppa.

Negli ultimi mesi, i giornali italiani e internazionali hanno cominciato a prestare più attenzione ai loro movimenti, occupandosi soprattutto dei tentativi di creare una nuova ‘internazionale nazionalista’. In particolare, molti hanno notato gli sforzi di Matteo Salvini per stabilire una rete di partiti che condividendo idee e progetti possano poi confluire in un gruppo politico sovranista all’interno del parlamento Europeo. Queste manovre sono state interpretate come un assurdo tentativo di unificazione da parte di gruppi nazionalisti: una contraddizione in sé. Questa valutazione non è, tuttavia, del tutto esatta.

credits @laurenscerulus

Leggi tutto “È la volta dell’internazionale sovranista?”

Trumpismo e gilets jaunes

 

di Mario Del Pero (SciencesPo, Parigi) @mariodelpero.5


Colpiscono, per chi si occupa di Stati Uniti, le analogie e le differenze tra l’assalto alle élite che portò all’elezione di Trump e quello in corso contro Macron, tra trumpismo e gilets jaunes, per dirla un po’ grossolanamente.

Perché si parla di rivolta di un ceto medio impoverito e contro forme di diseguaglianza fattesi intollerabili, ma è una sintesi, questa, al meglio parziale e al peggio fuorviante.

Leggi tutto “Trumpismo e gilets jaunes”